SAPERE TUTTO SULLA FORATURA DEGLI PNEUMATICI

INDIETRO >  CONSIGLI PNEUMATICI

Sinonimo di perdita di tempo, la foratura di uno pneumatico è il risultato di una perforazione della banda di rotolamento o di uno dei fianchi. Vero punto dolente di ogni automobilista, sopraggiunge molto spesso in seguito al contatto tra lo pneumatico e un oggetto tagliente (o appuntito) presente sulla carreggiata. In alcuni casi, uno sfregamento violento dello pneumatico contro il marciapiede può ugualmente provocare uno squarcio. Qualunque sia il tipo di pneumatico da voi utilizzato (con o senza camera d’aria), i fattori di rischio sono esattamente gli stessi...

Attenzione! Un sottogonfiaggio può essere la causa dello scoppio o di un’usura dello pneumatico. Per evitare questo inconveniente, pensa a verificare regolarmente la buona pressione dei tuoi pneumatici !

COME RICONOSCERE UNA FORATURA?

In linea generale, si distinguono due tipi di foratura:

  • la foratura lenta, che provoca uno sgonfiamento progressivo della banda di rotolamento; .
  • la foratura rapida che si caratterizza per uno sgonfiamento immediato dello pneumatico.

Buona a sapersi : è possibile limitare i rischi di foratura optando per degli pneumatici rinforzati. Si parla allora di pneumatici Runflat. Non esitare a consultare il nostro dossier dedicato a questa tecnologia!

QUALI SENSAZIONI SI AVVERTONO CON UNO PNEUMATICO BUCATO?

Dopo una foratura, sentirete rapidamente delle vibrazioni nel volante, oltre ad una perdita di maneggiabilità. Infatti, poiché il veicolo sarà in uno stato di disequilibrio, la sua traiettoria non sarà più rettilinea: si dice allora che la "tira da un lato".

Una foratura definita "rapida" è generalmente causata da un taglio importante sul fianco o sulla banda di rotolamento dello pneumatico. Mentre, una foratura definita "lenta" è più difficile da riconoscere poiché la lesione non è necessariamente visibile. Se sospetti che il tuo pneumatico sia bucato, puoi utilizzare una delle seguenti tecniche per localizzare la fuoriuscita d’aria:

Astuzia n°1

È sufficiente gonfiare di nuovo lo pneumatico e cospargerlo di acqua saponata. Se, in corrispondenza di alcuni punti della banda di rotolamento, si formano delle piccole bolle d’aria, ciò significa che c’è uno o più strappi.

Astuzia n°2

Puoi inoltre mettere lo pneumatico in una bacinella piena d’acqua (dopo averlo rigonfiato). Anche in questo caso, la fuga sarà identificabile grazie alla comparsa di piccole bolle.

Astuzia n°3

Alcuni veicoli recenti sono dotati di un sensore di pressione (TPMS). Si tratta di una valvola elettronica che permette di far risalire le informazioni legate alla pressione degli pneumatici direttamente sul quadro strumenti. In media, uno pneumatico perde naturalmente t 0,1 bar al mese. Se il calo di pressione rilevata è più importante, è allora necessario procedere a delle verifiche più accurate.

COSA FARE IN CASO DI FORATURA?

Una foratura può mettere in pericolo la tua sicurezza e quella degli altri passeggeri. Per evitare qualsiasi rischio, 1001Pneumatici segnala i buoni riflessi da adottare per venir fuori da una situazione delicata.

  • In caso di foratura, la prima regola d’oro da rispettare è conservare la calma in ogni circostanza. Niente panico!
  • Se stai guidando, soprattutto non sterzare il volante.
  • Tenta di mantenere la buona traiettoria del veicolo.
  • Decelera, evitando di frenare bruscamente! Utilizza piuttosto il freno motore (retrograda progressivamente).
  • Appena puoi, sosta in un’area di servizio o sulla corsia d’emergenza.
  • Se non puoi fare altrimenti, ferma il veicolo sul lato (su un’area di sosta)
  • Pensa alla tua sicurezza: attiva le luci di emergenza!
  • Infila il tuo gilet fluorescente e posiziona il triangolo di segnalazione.

 

Dopo aver seguito scrupolosamente questi gesti, ti si offrono due soluzioni:

  • Contatta la tua assicurazione o votre assurance ou un carro attrezzi (oppure la polizia stradale).

COME CAMBIARE LO PNEUMATICO FORATO CON UNA RUOTA DI SCORTA?

Prima di cambiare lo pneumatico forato, devi assicurati di esserti munito del materiale adeguato. Altrimenti, ti sarà impossibile effettuare la sostituzione.

GLI ATTREZZI INDISPENSABILI PER CAMBIARE UNA RUOTA

  • Una ruota di scorta
  • Un cric
  • Una chiave a croce smontaggio ruote
  • Una bombola antiforatura (facoltativa)
  • Une chiave per i dadi dei cerchi (se necessario)
  • Un gilet giallo
  • Un triangolo di segnalazione

Se possiedi tutti questi attrezzi, devi soltanto procedere alla sostituzione dello pneumatico forato.

LE 5 TAPPE DELLA SOSTITUZIONE DI UNA RUOTA

  1. Ritira il copricerchio (se la tua ruota ne possiede uno).
  2. Piazza il cric sotto il veicolo e solleva fino a quando lo pneumatico non è più a contatto con il suolo.
  3. Utilizza la chiave a croce per svitare i dadi.
  4. Togli lo pneumatico forato.
  5. Posiziona la ruota di scorta e riavvita i dadi (non esitare a stringere forte).  

I DIVERSI TIPI DI RUOTA DI SCORTA

Si distinguono due categorie di ruote di scorta:

LA RUOTA DI SOCCORSO

La ruota di soccorso o “ ruotino” è la ruota di scorta più diffusa. Più fine, possiede caratteristiche particolari e non deve essere utilizzata su lunghe distanze. Inoltre la velocità dovrà essere limitata a 80 km/h al massimo. In poche parole, si tratta di una soluzione temporanea che deve servire da “soccorso” fino all’arrivo al garage più vicino.

LA RUOTA COMPLETA

Si tratta di una ruota identica a quelle che equipaggiano il tuo veicolo.

Tuttavia, si tenga presente, che la marca dello pneumatico può essere differente.

BISOGNA CAMBIARE UNO O DUE PNEUMATICI?

Ecco una eccellente domanda. Durante il montaggio di nuovi pneumatici, si è soliti far sostituire tutto il treno anteriore e/o posteriore (ovvero 2 o 4 pneumatici di colpo). Allora, possiamo accontentarci di cambiare soltanto lo pneumatico forato? La risposta è sì, ma ad alcune condizioni!

LE CONDIZIONI DA RISPETTARE

  • Il nuovo pneumatico deve avere le stesse misure / dimensioni dello pneumatico forato.
  • Il nuovo pneumatico deve essere della stessa marca / modello dello pneumatico forato.

Nota bene : lo scarto d’usura tra lo pneumatico nuovo e quello restante sullo stesso asse non deve eccedere i 5 mm. Se si oltrepassa questa soglia, bisogna allora pensare alla sostituzione completa degli pneumatici del treno in questione.

L'USO DI UNA BOMBOLA ANTIFORATURA

La bombola anti foratura è una soluzione pratica e efficace per riparare temporaneamente uno pneumatico forato senza doverlo smontare.

Attenzione : anche in questo caso, sono necessarie diverse condizioni prima di fare ricorso a questa opzione. 

LE CONDIZIONI DA RISPETTARE

  • Applicabile soltanto per gli pneumatici Tubeless (senza camera d’aria)
  • Applicabile soltanto su un taglio di alcuni millimetri situato sulla banda di rotolamento.

Importante: se noti uno squarcio importante sullo pneumatico, l’uso di una bombola anti foratura si rivelerà inefficace.

È POSSIBILE RIPARARE UNO PNEUMATICO FORATO?

Solo una figura specializzata è capace, dopo accertamento, di sapere se uno pneumatico forato è riparabile o meno.

Nel corso di questo accertamento, l’esperto analizza l’interno (verifica dell'assenza di pieghe / abrasioni) e l’esterno ( verifica dell'assenza di corrugamenti e altri residui metallici) dello pneumatico.

L’ispezione concerne inoltre il taglio all'origine della foratura. Affinché lo pneumatico sia riparabile, il taglio non deve eccedere i 6 mm. Per gli pneumatici con indice di velocitàsuperiore a T e le tecnologie Runflat, deve essere obbligatoriamente situato sulla banda di rotolamento.

Nota bene : uno pneumatico che presenta un taglio sul fianco può essere riparato soltanto se questo non eccede i 3 mm. Tuttavia, questa indicazione concerne soltanto gli pneumatici con un indice di velocità inferiore o uguale a T.

COME SONO RIPARATI GLI PNEUMATICI?

Esistono diverse tecniche per riparare uno pneumatico forat.:

LA RIPARAZIONE CON FUNGO (INTERNO DELLO PNEUMATICO)

Si tratta di un procedimento che può essere realizzato soltanto nel momento in cui lo pneumatico è stato smontato. Questa tecnica di riparazione consiste nel posizionamento di una pezza a forma di fungo nel buco all’origine delle fuoriuscita, per tapparlo. In questo modo, il piede del fungo ostruisce il buco e la sua testa garantisce una buona impermeabilità all’interno dello pneumatico.

LA RIPARAZIONE TRAMITE STOPPINO (ESTERNO DELLO PNEUMATICO)

Questa tecnica consiste nel riparare lo pneumatico forato dall’esterno, inserendo (a caldo) uno stoppino di caoutchouc ricoperto di colla all’interno dello squarcio. Facciamo presente che il procedimento non è raccomandato dai produttori ed esige un’attrezzatura ben precisa.

Infine, ricordiamo che lo pneumatico è un elemento chiave per la tua sicurezza al volante. Qualunque siano le tecniche di riparazione possibili, ti raccomandiamo di cambiare mo pneumatico forato con uno nuovo. Non trascurare in alcun caso lo stato dei tuoi pneumatici.

 

Trova pneumatici al miglior prezzo

 

ALTRI TEMI INERENTI AGLI PNEUMATICI CHE POTREBBERO INTERESSARVI: